Anil Kapoor è Jaan di Jugjugg Jeeyo

Storia di Jugg Jugg Jeeyo: Quando la coppia separata Kuku e Naina arriva dal Canada in India, sperando di rivelare la notizia di un imminente divorzio dopo un grosso matrimonio desi in casa, non hanno idea che uno shock ancora più grande li attende a casa.

Recensioni Jugg Jugg Jeeyo: Dal momento in cui Kuku (Varun Dhawan) guarda Nain (Kiara Advani), sa che è lei. Dall’infanzia all’età adulta, è una storia d’amore da manuale per loro, ma dopo cinque anni dal matrimonio e le cose stanno cominciando a crollare. Tanto che i due decidono di lasciarsi, ma la sfida più grande è comunicare il messaggio alle loro famiglie. Soprattutto la famiglia chiassosa e tempestosa di Kuku, che è pronta per il matrimonio della loro figlia minore Ginni (Prajakta Koli). Sembra una trama semplice, ma aspetta che il regista Raj Mehta e i suoi sceneggiatori risolvano rapidamente un problema di relazione dopo l’altro. I creatori hanno preso ogni problema indiano stereotipato e gli hanno dato un tocco comico. Dalle zie fastidiose che torturano gli sposi novelli per “buone notizie”, a una ragazza che sposa un uomo che non ama solo perché vuole “sistemarsi”. Il film fa luce su diverse questioni con delicatezza e sempre con un senso dell’umorismo. I personaggi sbagliati e reali di Raj Mehta e i loro problemi sono collegabili. L’intera storia è una corsa sulle montagne russe di problemi relazionali che non è facile da risolvere, ma è trattata con abbastanza tatto da rendere questo film mai noioso da guardare.

Anil Kapoor è una festa della vita assoluta. L’attore è in ottima forma nei panni di un rumoroso e colorato patriarca di famiglia Bheem. Il ruolo è fatto su misura per lui, perché lo sostieni nonostante tutte le sue eccentricità. Varun Dhawan esercita un’encomiabile moderazione in un dramma familiare totale che usa una tregua comica per uscire da ogni situazione difficile. Kiara Advani ha un aspetto fantastico in ogni telaio e offre grandi prestazioni. Neetu Kapoor è estremamente carino e comprensivo e si adatta perfettamente al ruolo. Nella ripresa, quando il suo personaggio passa in vantaggio dal fronte, è nel suo elemento. Lo youtuber Prajakta Koli esordisce con sicurezza, ma ha molti margini di miglioramento nel reparto espressioni. Maniesh Paul si inserisce come un Gurpreet appariscente ed esagerato.

Mentre la maggior parte delle battute in “Jugjugg Jeeyo” sembrano piuttosto buone, c’è una colonna sonora che ti farà ridere, nel caso in cui alcuni non lo facessero. La musica del film è orecchiabile e canzoni come “nach punjaban” si stanno già arrabbiando. Questo dramma familiare inizia bene e finisce ancora meglio. L’esecuzione è leggermente problematica e potrebbe renderla più precisa. Ciò che ti attrae davvero sono le performance recitative forti e i dialoghi distintivi. Come i suoi personaggi, “Jugjugg Jeeyo” ha i suoi difetti, ma alla fine è tutto in famiglia, e questo è esattamente il tipo di sano intrattenitore familiare che dobbiamo guardare a teatro.

Leave a Comment