Bungie fa causa allo youtuber “Destiny 2”, che ha emesso quasi 100 false affermazioni DMCA

Nel dicembre dello scorso anno, YouTuber, per conto di Lord Nazo, ha ricevuto un avviso di cessazione della violazione del copyright da CSC Global, un venditore di marchi chiuso dal creatore di Bungie, per aver caricato brani dal loro gioco. Destino 2 Colonna sonora originale. Mentre alcuni creatori di contenuti potrebbero aver rimosso materiale offensivo o presentato ricorso contro l’avviso di copyright, Nazo, il cui vero nome è Nicholas Minor, avrebbe preso la sfortunata decisione di impersonare CSC Global ed emettere dozzine di falsi avvisi DMCA ai suoi colleghi creatori. Come il primo macchiato secondo Il Post di GiocoBungie ora lo fa causa per un incredibile $ 7,6 milioni.

“Novantasei volte, Minor ha inviato un avviso DMCA presumibilmente per conto di Bungie, identificandosi come il fornitore di “Protezione del marchio” di Bungie per istruire YouTube su autori innocenti di eliminare i loro Destino 2 video o rischiare sanzioni per il copyright, “rivendica la causa”, interrompendo la comunità di giocatori, streamer e fan di Bungie. E per tutto il tempo, “Lord Nazo” è stato coinvolto in un dibattito comunitario sulla rimozione di “Bungie’s” senza un avvocato. commissioni.

Lo sviluppatore del gioco accusa inoltre Minor di utilizzare uno dei suoi falsi pseudonimi di posta elettronica per inviare e-mail fastidiose a un vero CSC Global con un oggetto come “Ora sei pronto” e “Inizia meglio”. Il tempo stringe. “Secondo quanto riferito, Minore ha anche scritto un “manifesto” che ha inviato ad altri membri Destino 2 community – sempre sotto pseudonimo di posta elettronica – in cui ha “meritato” alcune delle sue attività. I destinatari hanno immediatamente inoltrato l’e-mail di Bungie.

Come dettagliato nella causa, Minor sembra aver fatto il minimo indispensabile per coprire le sue tracce: il primo lotto di false notifiche DMCA utilizzava lo stesso indirizzo IP residenziale che usava per accedere a entrambi i suoi Destino e Destino 2 account, l’altro dei quali condivideva lo stesso nome utente Lord Nazo dei suoi account YouTube, Twitter e Reddit. È passato alla VPN solo il 27 marzo, il seguente copertura mediatica false notifiche DMCA. Nel frattempo, secondo quanto riferito, Minor ha continuato a unirsi al suo Destino fino a maggio con il suo indirizzo IP originale.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie hanno collegamenti associati. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, possiamo guadagnare una commissione per i partner.

Leave a Comment