Covid: le sottovarianti di Omicron BA.4 e BA.5 sfuggono agli anticorpi dalla vaccinazione e dall’infezione precedente, suggeriscono gli studi

Tuttavia, la vaccinazione contro Covid-19 dovrebbe fornire una protezione significativa contro malattie gravi e i produttori di vaccini stanno lavorando su iniezioni aggiornate che potrebbero suscitare una risposta immunitaria più forte contro le varianti.

“Abbiamo osservato una riduzione di 3 volte dei titoli anticorpali neutralizzanti causati dalla vaccinazione e dalle infezioni da BA4 e BA5 rispetto a BA1 e BA2, che sono già significativamente inferiori rispetto alle varianti originali di COVID-19”, ha affermato il dott. Dan Barouch, autore dell’articolo. e direttore del Center for Virology and Vaccine Research presso il Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston, ha scritto una e-mail alla CNN.

“I nostri dati suggeriscono che queste nuove sottovarianti di Omicron potrebbero portare a un aumento delle infezioni nelle popolazioni con alti livelli di immunità alla vaccinazione, nonché immunità innata a BA1 e BA2”, ha scritto Barouch. “Tuttavia, è probabile che l’immunità vaccinale fornirà ancora una protezione sostanziale contro gravi malattie BA4 e BA5”.

I risultati appena pubblicati riflettono la ricerca indipendente dei ricercatori della Columbia University.

Recentemente hanno scoperto che i virus BA.4 e BA.5 avevano maggiori probabilità di sfuggire agli anticorpi dal sangue di adulti completamente vaccinati e potenziati rispetto ad altre sottovarianti di Omicron, aumentando il rischio di infezioni rivoluzionarie da Covid-19 nel vaccino.

Gli autori di questo studio separato affermano che i loro risultati indicano un rischio maggiore di reinfezione, anche nelle persone che hanno una precedente immunità al virus. Stime dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie 94,7% della popolazione statunitense le persone di età pari o superiore a 16 anni hanno anticorpi contro il coronavirus che causa il Covid-19 attraverso la vaccinazione, l’infezione o entrambe.
BA.4 e BA.5 hanno causato circa il 35% di nuove infezioni da Covid-19 negli Stati Uniti la scorsa settimana, rispetto al 29% della scorsa settimana, secondo dati condivisi dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie martedì.

BA.4 e BA.5 sono le varianti in più rapida crescita fino ad oggi e si prevede che domineranno la trasmissione di Covid-19 negli Stati Uniti, nel Regno Unito e nel resto d’Europa nelle prossime settimane, secondo il Centro europeo per la prevenzione delle malattie e Controllo.

“COVID-19 ha ancora la capacità di mutare ulteriormente”

In un New England Journal of Medicine tra 27 ricercatori vaccinati e potenziati con il vaccino contro il coronavirus Pfizer / BioNTech, i ricercatori hanno scoperto che due settimane dopo la dose di richiamo, i livelli di anticorpi neutralizzanti contro le sottovarianti di Omicron erano molto inferiori rispetto alle risposte al coronavirus originale.

I livelli di anticorpi neutralizzanti erano inferiori di un fattore 6,4 rispetto a BA.1; fattore 7 contro BA.2; di un fattore 14,1 contro BA.2.12.1 e un fattore 21 contro BA.4 o BA.5, hanno descritto i ricercatori.

Tra i 27 partecipanti che erano stati precedentemente infettati con le sottovarianti BA.1 o BA.2 29 giorni prima, i ricercatori hanno trovato risultati simili.

In pazienti con una precedente infezione – la maggior parte dei quali era stata anche vaccinata – i ricercatori hanno descritto livelli di anticorpi neutralizzanti 6,4 volte inferiori contro BA.1; di un fattore 5,8 contro BA.2; di un fattore 9,6 contro BA.2.12.1 e di un fattore 18,7 contro BA.4 o BA.5.

Sono necessarie ulteriori ricerche per scoprire cosa significano esattamente i livelli di anticorpi neutralizzanti per l’efficacia del vaccino e se risultati simili si verificherebbero in un gruppo più ampio di partecipanti.

“I nostri dati suggeriscono che COVID-19 ha ancora la capacità di mutare ulteriormente, con conseguente maggiore portabilità e maggiore perdita di anticorpi”, ha scritto Barouch in una e-mail. “Man mano che le restrizioni sulla pandemia vengono revocate, è importante rimanere vigili e continuare a studiare nuove varianti e sottovarianti man mano che si presentano”.

Studio indipendente, pubblicato sulla rivista Nature scoperto la scorsa settimana che Omicron può sviluppare mutazioni per evitare l’immunità indotta dalla precedente infezione da BA.1, suggerendo che i vaccini di richiamo a base di BA.1 potrebbero non ottenere una protezione ad ampio spettro contro nuove sottovarianti di Omicron come BA.4 e BA.5.

Per quanto riguarda cosa significa tutto ciò nel mondo reale, il dottor Wesley Long, un patologo sperimentale allo Houston Methodist Hospital, ha detto alla CNN che le persone dovrebbero essere consapevoli che possono ammalarsi di nuovo, anche se avevano già il Covid-19.

“Penso di essere un po’ preoccupato che le persone che l’avevano potrebbero aver avuto un falso senso di sicurezza ultimamente con BA.4 e BA.5 in aumento, perché abbiamo visto alcuni casi di reinfezione e ho visto qualche caso”. casi di reinfezione in persone che hanno avuto la variante BA.2 negli ultimi mesi”, ha affermato.

Alcuni produttori di vaccini hanno sviluppato vaccini specifici per varianti per migliorare le risposte anticorpali contro le varianti e le sottovarianti di interesse del coronavirus.

“Le reinfezioni saranno inevitabili fino a quando non avremo vaccini o mandati estesi che impediranno il nuovo aumento dei casi. Ma la buona notizia è che siamo, penso, molto meglio di quanto non siamo stati senza vaccini”, ha detto. Pavitra Roychoudhury, insegnante di recitazione presso il Dipartimento di Medicina e Patologia di Laboratorio dell’Università di Washington, che non è stata coinvolta nel New England Journal of Medicine.

“C’è così tanto del virus che sembra inevitabile”, ha detto delle infezioni da Covid-19. “Ci auguriamo che le protezioni di cui disponiamo di solito portino a una lieve infezione”.

Sono in corso gli sforzi per aggiornare i vaccini Covid-19

Il vaccino di richiamo bivalente Covid-19 di Moderna, chiamato mRNA-1273.214, ha suscitato una risposta immunitaria “forte” contro le sottovarianti Omicron BA.4 e BA.5, i.l’azienda ha detto mercoledì.
Cerca vaccini a lunga durata contro il Covid-19

Questo candidato vaccino di richiamo bivalente contiene componenti sia del vaccino originale Moderna Covid-19 che del vaccino che prende di mira la variante Omicron. La società ha affermato che stava lavorando per completare le richieste di aggiornamento della composizione del suo vaccino di richiamo all’mRNA-1273.214 nelle prossime settimane.

“A causa del continuo sviluppo di SARS-CoV-2, siamo molto incoraggiati dal fatto che mRNA-1273.214, il nostro principale candidato per il booster autunnale, abbia mostrato titoli di neutralizzazione elevati contro le sottovarianti BA.4 e BA.5, che rappresentano una minaccia emergente per salute pubblica globale. “, ha affermato Stéphane Bancel, CEO di Moderna, nell’annuncio di mercoledì. SARS-CoV-2 è un coronavirus che causa il Covid-19.

“Passeremo prontamente questi dati alle autorità di regolamentazione e ci prepareremo a fornire il nostro booster bivalente di prossima generazione da agosto, in vista del potenziale aumento delle infezioni da SARS-CoV-2 dovuto alle sottovarianti di Omicron all’inizio dell’autunno”, ha affermato Bancel.

Il comitato consultivo della Food and Drug Administration degli Stati Uniti sui vaccini e sui prodotti biologici correlati è incontro la prossima settimana discutere la composizione dei vaccini Covid-19, che potrebbero essere usati come booster questo autunno.
Moderna afferma che il booster del vaccino aggiornato contro il Covid-19 mostra una risposta anticorpale più forte contro Omicron

I dati rilasciati mercoledì da Moderna, che non sono stati pubblicati in una rivista peer-reviewed, hanno mostrato che un mese dopo che una dose di 50 microgrammi di mRNA-1273.214 era stata somministrata a persone che erano state vaccinate e potenziate, il vaccino ha suscitato una neutralizzazione “forte” risposte anticorpali contro BA.4 e BA.5, aumentando i livelli di 5,4 volte in tutti i partecipanti indipendentemente dal fatto che avessero una precedente infezione da Covid-19 e di 6,3 volte in un sottogruppo di coloro che non avevano una precedente infezione. Questi livelli di anticorpi neutralizzanti erano circa 3 volte inferiori ai livelli neutralizzanti precedentemente riportati contro BA.1, ha affermato Moderna.

Questi risultati si aggiungono ai dati precedentemente rilasciati da Moderna all’inizio di questo mese e mostrano che una dose di 50 microgrammi di booster bivalente ha suscitato una risposta anticorpale più forte contro Omicron rispetto al vaccino Moderna originale.

I dati di Moderna suggeriscono che “un booster bivalente potrebbe fornire una maggiore protezione contro i ceppi di omcron BA.4 e BA.5 rispetto alla somministrazione ripetuta del vaccino originale per aumentare la protezione tra le popolazioni. Sebbene le informazioni siano basate sui livelli di anticorpi, le aziende commentano che simili “Anticorpi livelli protetti contro la malattia clinica causata da altri ceppi è il primo suggerimento di un emergente “correlato immunitario” di protezione, sebbene si spera che questo studio in corso valuti anche i livelli di malattia clinica e le risposte anticorpali”, ha affermato Penny Ward. di Pharmaceutical Medicine al King’s College di Londra, disse dichiarazione pubblicata dal British Science Media Center di mercoledì. Non è stata coinvolta nel lavoro di Moderna.

“In precedenza è stato riportato che il vaccino bivalente è ben tollerato con effetti ‘reattogeni’ temporanei simili a quelli dopo l’iniezione di richiamo univalente, quindi possiamo presumere che questo nuovo vaccino misto dovrebbe essere ben tollerato”, ha detto in parte Ward. “Dato che ci stiamo dirigendo verso l’autunno con varianti di omicron che dominano il campo del covid, ha sicuramente senso prendere in considerazione l’utilizzo di questo nuovo vaccino bivalente, se disponibile”.

Brenda Goodman della CNN ha contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment