Due canadesi morti sono stati trovati nella località balneare messicana di Playa del Carmen Messico

Due canadesi – uno dei quali ricercato dall’Interpol – sono stati trovati morti per ferite da coltello nella località messicana di Playa del Carmen, sulla costa caraibica, ha detto martedì l’ufficio del procuratore di stato.

I pubblici ministeri di Quintana Roo, che ospita anche località turistiche tra cui Cancun e Tulum, hanno affermato che l’uomo e la donna sono stati trovati morti lunedì in un hotel o condominio in una località in difficoltà e una terza persona sarebbe stata ferita.

Non c’erano informazioni immediate sui loro nomi o città di origine. “Global Affairs Canada è a conoscenza della morte di due cittadini canadesi in Messico”, ha affermato il ministero in una nota.

Playa del Carmen è stata colpita da diversi casi di violenza che hanno coinvolto stranieri, l’ultimo a gennaio, quando due canadesi sono stati uccisi in un resort locale, probabilmente a causa di debiti tra le bande internazionali di trafficanti di droga e armi.

A marzo, la polizia di Playa del Carmen ha trovato i corpi di quattro uomini scaricati vicino al complesso residenziale. Il fatto che i corpi fossero stati lasciati insieme tra i cespugli vicino alla strada di accesso indicava un omicidio in stile gang.

Sulla costa messicana della Riviera Maya, ricca di resort, si sono verificati numerosi atti di violenza spudorati, fiore all’occhiello dell’industria turistica del paese.

A novembre si è svolta una sparatoria sulla spiaggia di Puerto Morelos, a nord di Playa del Carmen, ha lasciato due sospetti spacciatori morti. Le autorità hanno detto che 15 militanti provenivano da una banda che apparentemente metteva in dubbio il controllo dello spaccio di droga.

Alla fine di ottobre, più a sud, nella tranquilla destinazione di Tulum, due turisti – un blogger di viaggi californiano nato in India e l’altro tedesco – sono stati colti nell’apparente fuoco incrociato di spacciatori rivali e uccisi.

Leave a Comment