I 5 casi più grandi della Corte Suprema sono in attesa di decisione

NUOVOOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

Il mandato della Cassazione scadrà nelle prossime settimane, durante le quali verranno emesse le sentenze più attese.

Circa 18 decisioni sono ancora pendenti Alta Corte, che copre alcune delle sfide più controverse e impressionanti che il paese deve affrontare. Ecco quelli che sono probabilmente i più importanti.

5. Distretto scolastico Kennedy contro Bremerton

L’allenatore di football del liceo Joseph Kennedy ha perso il lavoro dopo aver insistito per recitare le preghiere post-partita all’età di 50 anni, anche se il suo datore di lavoro, il distretto scolastico di Bremerton, gli ha ordinato di smettere. Kennedy afferma di aver violato il suo Il primo cambiamento il diritto alla libertà di espressione e di religione, mentre il distretto scolastico sostiene che la preghiera di un dipendente della scuola pubblica era in contrasto con la disposizione che istituisce il Primo Emendamento.

Il distretto scolastico ha detto a Kennedy di smettere di dire preghiere sul campo dopo che il capo allenatore ha allenato il preside. Lo ha fatto temporaneamente e poi ha annunciato alla scuola che avrebbe ripreso gli allenamenti. La situazione ha attirato l’attenzione dei media e quando Kennedy ha annunciato che sarebbe tornato a pregare sul campo, ha sollevato problemi di sicurezza. Quando ha pregato dopo la partita, molte persone sono entrate in campo per sostenerlo.

SCOTUS CONSERVATORY NEWS OFFRE SUPPORTO TACITUM PER UN ALLENATORE DI CALCIO IN CORSO

Il distretto scolastico si è quindi offerto di lasciare che Kennedy pregasse in altri luoghi prima e dopo i giochi, o di pregare sulla linea delle 50 yard dopo che tutti gli altri avevano lasciato i locali, ma ha rifiutato e ha insistito affinché continuasse la sua pratica regolare. Ciò alla fine ha portato il distretto scolastico a intervenire contro di lui.

La domanda è se la preghiera di Kennedy fosse un discorso del governo perché era un impiegato del governo, nel qual caso non sarebbe protetto. La corte sta anche esaminando se, se la preghiera è una lingua privata protetta, la scuola potrebbe comunque dirgli di non smettere di essere considerata una religione solidale.

Durante le discussioni orali, un certo numero di giudici sembrava schierarsi con Kennedy. Il giudice Clarence Thomas si è chiesto se la preghiera di Kennedy potesse essere considerata un discorso del governo se il distretto scolastico si fosse opposto fortemente e pubblicamente.

Il giudice Elena Kagan ha sollevato la questione di una possibile coercizione mentre gli studenti si univano a Kennedy in preghiera. Il verbale del tribunale di primo grado afferma che il regista è stato contattato da un genitore che ha affermato che suo figlio “si sentiva obbligato” a partecipare alla preghiera, nonostante fosse ateo, “sentiva che se non avesse partecipato non avrebbe potuto suonare così tanto. . “

L’avvocato di Kennedy ha obiettato, sostenendo che il distretto scolastico non ne ha mai parlato quando è stato licenziato e che la loro unica ragione all’epoca era sostenere la religione.

4. Biden contro Texas

Questo caso si concentra sui protocolli dell’amministrazione Trump per la protezione dei migranti, comunemente noti come la politica “Stay in Mexico”, secondo cui migranti richiedenti asilo negli Stati Uniti sono dovuti rimanere in Messico perché aspettavano un’udienza. L’amministrazione Biden ha cercato di ribaltare la politica, ma è stata bloccata da un tribunale di grado inferiore.

I GIUDICI DELLA CORTE SUPREMA ASCOLTANO ARGOMENTI SULLA POLITICA DI FRONTIERA “SOGGIORNO IN MESSICO”

Al centro del caso è se il governo federale può usare discrezione nell’attuazione del programma o se, come sostengono il Texas e il Missouri nella loro causa, questa politica è necessaria per conformarsi alla legge federale che afferma che i migranti non possono essere rilasciati negli Stati Uniti. perché il Paese non ha i mezzi per trattenere tutti.

L’avvocato generale Elizabeth Prelogar ha sostenuto durante le discussioni orali che se questa politica è necessaria per conformarsi alla legge, allora “ogni amministrazione presidenziale nell’ultimo trimestre è stata in aperta violazione.[.]”

Gran parte dei litigi riguardava la lingua legale. Il Prelogar ha indicato una legge che affermava che il procuratore generale poteva “riportare” gli stranieri da un territorio contiguo in quel territorio in attesa di un’udienza. Il giudice Clarence Thomas ha sottolineato che la stessa legge afferma che se un funzionario dell’immigrazione decide che un migrante “non ha chiaramente e inequivocabilmente il diritto di essere ammesso” negli Stati Uniti, il migrante sarà “detenuto”, come interpretato dall’altra parte. come requisito.

3. Associazione di fucili e pistole dello Stato di New York, Inc. contro. Bruen

Nel più grande possibile Seconda appendice In un caso davanti alla Corte Suprema da oltre un decennio, i giudici sono pronti a decidere se il processo di New York per ottenere la licenza per portare un’arma nascosta sia troppo restrittivo. Le norme attuali richiedono ai richiedenti di dimostrare la “giusta ragione” per cui devono portare un’arma da fuoco e il governo può decidere se qualcuno ha rispettato questo requisito. Di conseguenza, ottenere una licenza è estremamente difficile.

I MEMBRI DELLE ARMI DEL SENATO POTREBBERO AVERE UN TESTO DI DIRITTO LUNEDI’, CHE LE INTERVISTE SONO OFFERTE NEL QUADRO DEL TIRO IN MASSA

Durante le discussioni orali, i giudici conservatori sembravano mettere in discussione la posizione dello stato.

“Perché non è abbastanza buono dire che vivo in una zona violenta e voglio difendermi?” ha chiesto il giudice Brett Kavanaugh.

In uno scambio con il giudice Samuel Alit, l’avvocato generale di New York Barbara Underwood ha riconosciuto che se il ricorrente avesse dichiarato che la partenza funzionava a tarda notte e doveva andare da una stazione della metropolitana attraverso un quartiere ad alto tasso di criminalità per tornare a casa, quella persona sarebbe stata negata . perché non hanno identificato una minaccia specifica.

“Come è coerente con il diritto fondamentale all’autodifesa?” chiese Alito, dicendo che questo era il fulcro secondo supplemento.

2. West Virginia contro Agenzia per la protezione ambientale

Sebbene questo caso – che di fatto è costituito dai quattro casi fusi insieme per la decisione – non si concentri su questioni politiche, ma su un mondo molto più arido dell’azione dell’agenzia, il suo esito potrebbe avere l’impatto maggiore di tutti questi casi.

La domanda è se l’Agenzia per la protezione dell’ambiente ha il potere di emanare regole complete che potrebbero ridisegnare e affrontare i processi industriali e le reti elettriche del Paese. cambiamento climatico.

Il logo della US Environmental Protection Agency (EPA) è visualizzato sulla porta della sua sede il 16 marzo 2017 a Washington, DC. Il progetto di bilancio del presidente degli Stati Uniti Donald Trump per il 2018 mira a ridurre il budget dell’EPA del 31% da $ 8,1 miliardi a $ 5,7 miliardi.
(Justin Sullivan/Getty Images)

Nel 2015, il piano per l’energia pulita dell’amministrazione Obama si è concentrato sulla riduzione delle emissioni di carbonio delle centrali elettriche. Il piano è stato bloccato dalla Corte Suprema nel 2016, dopodiché è stato ribaltato dall’amministrazione Trump e sostituito dalla regola meno estrema dell’energia pulita a prezzi accessibili (ACE). Tuttavia, dopo l’insediamento del presidente Biden, la norma ACE è diventata oggetto di una causa, che ha portato la Corte d’Appello della DC a ribaltare la norma e anche a ribaltare il Piano per l’energia pulita.

La Suprema Corte sta ora riesaminando questa decisione.

L’amministrazione Biden sostiene che l’EPA ha il potere di emanare unilateralmente ampie richieste per il miglioramento dell’ambiente. Il West Virginia e altri stati sostengono che ciò è contrario alla “dottrina delle questioni principali”. Questa dottrina afferma che, sebbene le agenzie federali abbiano generalmente un’ampia discrezionalità, come delegata dal Congresso attraverso gli statuti che le creano, su questioni di grande importanza economica e politica per il paese, questi statuti devono avere un linguaggio chiaro per sostenere l’azione dell’agenzia.

L’amministrazione Biden sostiene inoltre che il caso non appartiene alla Corte Suprema perché l’EPA ha affermato che non avrebbe rinnovato il piano per l’energia pulita, ma ha invece deciso di sviluppare e attuare le proprie regole. Il governo ha affermato che senza l’attuale regola dell’EPA, l’altra parte sta solo litigando su una potenziale norma futura, non su eventuali danni attuali effettivi.

Il caso potrebbe determinare il destino dell’agenda sul clima del presidente Biden e anche creare un precedente significativo per il modo in cui altre agenzie federali possono agire.

1. Dobbs contro Jackson Women’s Health Organization

Le aspettative del verdetto in questo caso hanno già portato a proteste davanti alla Corte Suprema e alle case di diversi giudici, nonché ad accuse di tentato omicidio contro un uomo che avrebbe pianificato di uccidere il giudice Kavanaugh. Tutto ciò ha portato alla pubblicazione del progetto di parere del giudice Samuel Alita secondo cui, se pubblicato come parere del tribunale, Roe v. Wade avrebbe annullato e riconosciuto il riconoscimento. diritto costituzionale all’aborto.

Il caso è arrivato dopo che il Mississippi ha approvato una legge che vieta gli aborti dopo 15 settimane di gravidanza, il che è chiaramente contrario allo standard stabilito da Roe, che vietava i divieti di vitalità pre-fetale, ovvero circa la 23a settimana di gravidanza. La conseguente causa mette ora la Corte Suprema nella posizione di esaminare se debba essere concesso un divieto di fine vita.

PRO-LIFERS BERSAGLIA PIÙ DI 40 VOLTE ATTACCHI, VANDALISMI, MOLESTIE DALLA FUGA DELLA CORTE SUPREMA, DICE IL GRUPPO

Durante i dibattiti orali, alcuni giudici hanno espresso interesse a trovare un modo per rispettare il divieto di 15 settimane senza che Roe si sbarazzasse di lui completamente. Il presidente della Corte Suprema John Roberts ha parlato della possibile rimozione dello standard di redditività garantendo al contempo che le donne abbiano l’opportunità di abortire. Entrambe le parti del caso hanno espresso scetticismo sul fatto che questa fosse un’opzione praticabile.

Nella sua bozza di parere, Alito non solo ha affermato che la legge Mississippi dovrebbe essere applicata, ma ha sventrato Roe e il caso che l’ha confermata, Planned Parenthood v. Casey. Ha detto senza mezzi termini che i casi dovrebbero essere messi in minoranza, il che porrebbe il diritto all’aborto nelle mani dei singoli stati, dove i funzionari eletti possono stabilire i propri standard.

Dopo che Politico ha pubblicato la bozza di Alit, la Corte Suprema ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che è prassi comune che le bozze di parere circolino tra i giudici nell’ambito del processo decisionale e che la bozza non precisa quale sarà la decisione finale della corte. .

CLICCA QUI PER OTTENERE LE NOTIZIE FOX

Il paese ora aspetterà e vedrà se la proposta di Alit o qualcosa del genere verrà rimossa da Roe v. Wade dopo quasi 50 anni, o se la Corte Suprema alla fine deciderà di andare dall’altra parte.

Solo la scorsa settimana, il tribunale ha emesso sentenze in 11 casi, quindi se continuano a questo ritmo, tutti questi casi verranno decisi entro la fine della prossima settimana. L’attuale mandato della corte termina quando tutti i casi in cui il giudice Stephen Breyer va in pensione sono stati decisi. Il suo vice, il giudice Ketanji Brown Jackson, presta quindi giuramento.

Leave a Comment