I treni britannici si fermarono durante il più grande sciopero ferroviario degli ultimi 30 anni

Segnaposto durante il caricamento delle azioni articolo

LONDRA – Quando decine di migliaia di lavoratori dei treni hanno scioperato martedì nel più grande evento simile degli ultimi tre decenni, il pendolarismo britannico si è trasformato in problemi per milioni di persone.

I treni in tutta l’Inghilterra, la Scozia e il Galles erano inattivi, con i passeggeri che affollavano le autostrade, alla ricerca di taxi e autobus rari. Molti britannici noleggiarono biciclette.

Con l’80 per cento dei treni cancellati e 40.000 dipendenti in sciopero, alcune linee sono state completamente chiuse e la stazione principale, solitamente trafficata, era quasi vuota.

Anche la metropolitana di Londra – nota anche come “Tube” – è stata in gran parte chiusa a causa di un altro sciopero.

L’evento di martedì è stato il primo di tre scioperi ferroviari programmati questa settimana. Un’altra miseria è prevista per giovedì e sabato.

Rappresentanti gli addetti alla manutenzione, i destinatari dei biglietti e le guide Lavoratori ferroviari, marittimi e dei trasporti (RMT) sindacati – sono finiti in un vicolo cieco con i loro capi Rete ferroviaria nella lotta per salari, pensioni, sicurezza del lavoro e condizioni di lavoro.

Network Rail ha detto che ero “profondamente dispiaciuto” per l’interruzione. Le trattative continuano, ha detto il sindacato.

I leader sindacali britannici stanno minacciando un'”estate di malcontento” perché più lavoratori potrebbero scioperare e chiedere aumenti salariali per far fronte all’aumento dell’inflazione e all’aumento del costo della vita.

I sindacati che rappresentano autisti di autobus, insegnanti, case di cura, netturbini, medici, infermieri, corrieri e bagagli aeroportuali possono partecipare a futuri scioperi.

In una dichiarazione pubblica al suo gabinetto martedì, il primo ministro Boris Johnson ha condannato gli scioperanti per “aver causato disagi e disagi in tutto il paese, rendendo difficile per le persone andare al lavoro, rischiando le visite mediche e rendendo difficile il superamento degli esami per i bambini. “

Johnson ha definito gli scioperi “scorretti e non necessari”. Ha affermato che il governo ha speso 20 miliardi di dollari per le ferrovie durante la pandemia e ha invitato i “capi sindacali” a scendere a compromessi con le compagnie ferroviarie e a porre fine allo sciopero.

Leave a Comment