Il CEO di Apple Tim Cook raccomanda questa tattica decisionale al di sopra di altre

Il CEO di Apple Tim Cook afferma che c’è almeno una domanda a cui il tuo iPhone non può rispondere: come si costruisce una vita che dia significato e appagamento?

Fortunatamente, lo stesso Cook ha qualche consiglio in questo campo. All’inaugurazione della Gallaudet University a Washington, DC il mese scorso, Cook ha consigliato ai neolaureati di prendere più decisioni in base alla loro bussola morale rispetto a qualsiasi altra metrica decisionale. Cook ha affermato in base alla propria esperienza che aderire al proprio codice etico interno e concentrarsi sulle cause che vi attraggono è il modo migliore per avere successo, dentro e fuori dal posto di lavoro.

“So nel mio cuore: rimanere fedele a chi sei e a ciò in cui credi sia una delle decisioni più importanti che puoi prendere”, ha detto Cook in un discorso che è stato tradotto nella lingua dei segni americana per un pubblico a Gallaudet, dove l’intera corpo studentesco è sordo o con problemi di udito. “Ti aiuterà a costruire relazioni migliori. Ti aiuterà a trovare più soddisfazione nel tuo lavoro. E con un po’ di fortuna e molto impegno, ti aiuterà a costruire una vita più significativa”.

Parte di questo processo consiste nell’identificare il tuo codice morale personale in modo da poter “capire in profondità chi sei e in cosa credi”, ha detto Cook. Un modo per raggiungere questo obiettivo, ha raccomandato: immagina una situazione imprevedibile e poi determina come vorresti reagire ad essa – in un mondo perfetto.

“Quando immagini il tuo futuro… la domanda che dovresti porti non è: ‘Cosa accadrà?’ Ma ‘Chi sarò io quando accadrà?'”, ha detto Cook. Spero che tu lo veda parte di qualcosa di più grande di te stesso è fantastico. E la magia che si trova al servizio degli altri”.

Cook ha affermato che il “senso di intenti” lo ha originariamente portato in Apple nel 1998. Da allora, ha aggiunto, ha dato la priorità ai propri valori nella gestione dell’azienda per rendere i prodotti Apple inclusivi, convenienti e rispettosi dell’ambiente.

“Il nostro obiettivo è sempre stato quello di creare tecnologie che arricchiscano la vita delle persone”, ha affermato Cook. “Ecco perché stiamo lavorando duramente per rendere la tecnologia accessibile a tutti, perché stiamo lottando per proteggere il diritto fondamentale alla privacy e perché innoviamo costantemente per aiutare a proteggere l’ambiente e lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato. “

In Apple, i clienti possono fare trading su vecchi smartphone, orologi o computer e l’azienda determinerà se i prodotti possono essere riutilizzati, venduti o riciclati. Il colosso tecnologico vuole anche produrre prodotti a impatto zero sulle emissioni di carbonio entro il 2030 Sito web.

Tuttavia, i funzionari del governo degli Stati Uniti vogliono spostare Apple a uno standard più elevato. La scorsa settimana, tre Democratici del Senato degli Stati Uniti e lettera un segretario del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti che sostiene un disegno di legge – simile alla legislazione UE recentemente adottata – che richiederebbe a tutte le aziende di smartphone di realizzare prodotti attorno a un cavo di ricarica universale.

Alla fine del suo intervento, Cook ha osservato che il senso della comunità studentesca – in particolare quella che hanno costruito durante gli anni del college – è un valore da non dimenticare.

“Spero che sarete buoni amministratori del pianeta in cui abitiamo e parteciperete alla lotta affinché sia ​​migliore, più uguale, più accessibile, più giusto”, ha detto Cook. , il vostro successo sarà addolcito e i vostri fallimenti saranno attenuati. “

Iscriviti ora: Ottieni informazioni più intelligenti sui tuoi soldi e sulla tua carriera con la nostra newsletter settimanale

Non perdere:

Tim Cook si aspetta che il nostro comportamento cambi quando ci sentiamo “costantemente monitorati” dalla tecnologia: “Cambia la società in grande stile”

Steve Jobs ha usato il periodo delle vacanze per bombardare i dipendenti Apple con telefonate, afferma il produttore di iPod: ecco perché

Leave a Comment