Il creatore di Destiny 2 ha citato in giudizio YouTuber per 7 milioni di dollari per le false affermazioni del DMCA

Bungie fa causa e Destino 2 YouTuber, che avrebbe risposto alla sospensione del DMCA, si è opposto al suo account presentando false affermazioni DMCA per conto di Bungie contro altri streamer e lo studio stesso. La causa di Bungie, depositato mercoledì in tribunale federalechiede un risarcimento di almeno $ 7,6 milioni.

La denuncia sostiene che Nicholas Minor, che trasmetteva sotto Lord Naz, ha creato due falsi indirizzi Gmail che fingevano di essere dipendenti di CSC Global, la società di gestione del copyright che rappresenta Bungie. La causa sostiene che Lord Nazo ha utilizzato questi indirizzi a febbraio per inviare richieste di cessazione della diffusione su YouTube 96 il Digital Millennium Copyright Act 1998.

L’interruzione è stata per i video pubblicati da YouTube Mi chiamo Byf (che ha 974.000 abbonati); Aztecross (615.000 clienti) a Possedere un account YouTube Bungie. “L’attacco del minore ha causato un’onda d’urto”. Destino comunità”, si legge nella denuncia. “I creatori di contenuti hanno descritto l’effetto agghiacciante che la falsa interruzione ha avuto sul proprio lavoro, dicendo: ‘Ho paura di realizzare nuovi video di Destiny, per non parlare di mantenere quelli che ho già inventato”.

Ai sensi del DMCA, aziende come YouTube sono tenute a rimuovere i contenuti pubblicati da un utente che violano il copyright di un’altra entità. Un mandato così ampio ha consentito di abusare della legge, con alcuni che hanno rilasciato dichiarazioni DMCA su YouTube e altrove per contrastare rivali commerciali o avversari sui social media.

La denuncia di Bungie sostiene che Minor stia “abusando[ed] una falla nella sicurezza del processo DMCA su YouTube che consente a chiunque di pretendere di rappresentare un titolare di diritti allo scopo di emettere una cessazione della distribuzione, senza reali garanzie contro le frodi”.

Bungie ha detto che Minor ha lanciato la sua campagna di ritorsione dopo aver ricevuto lui stesso una richiesta nel dicembre 2021 per fermare la diffusione ai sensi del DMCA in relazione alla registrazione della colonna sonora originale per il 2015. Destino: il re ha preso il sopravvento. “Novantasei volte, Minor ha inviato un avviso DMCA […] che YouTube incarica autori innocenti di eliminare i loro contenuti Destino 2 video o incorrere in sanzioni per il copyright, il che interrompe la comunità di giocatori, streamer e fan di Bungie “, afferma la denuncia. “Per ovvi motivi, ciò ha causato a Bungie un danno significativo alla reputazione e un danno economico”.

A marzo Bungie ha avvertito i fan tramite Twitter che era a conoscenza delle richieste di interrompere la distribuzione per motivi di copyright e ha affermato che “NON sono accettate su richiesta di Bungie o dei nostri partner”. La denuncia cita un “Manifesto” di Minor, inviato quel mese anche alla community di Destiny, in cui ammette false rimozioni.

“Il manifesto si legge come un noioso ‘guarda cosa ti ha fatto farmi una lettera’ da un serial killer tratto da un brutto romanzo”, hanno scritto gli avvocati di Bungie.

La causa è intentata nel distretto occidentale dello Stato di Washington, dove si trova la sede di Bungie. Nella denuncia, Bungie afferma che “consente ai giocatori di creare video utilizzando Destino gameplay “e caricali su YouTube e altri servizi che monetizzano i contenuti. Ma lo studio si riserva i suoi diritti di proprietà intellettuale e il diritto di farli valere nei casi in cui venga violato lo spirito delle sue linee guida sui contenuti generati dagli utenti. Registrazione minore all’ingrosso Re prigionieroLa denuncia afferma che OST ha violato queste linee guida.

La causa chiede almeno $ 7,6 milioni o $ 150.000 per ciascuno dei 51 casi in cui Minor avrebbe violato il copyright registrato di Bungie rilasciando false affermazioni per fermare la diffusione. Altre parti dell’azione chiedono danni effettivi e legali non specificati “per dimostrare che le gravi conseguenze attendono chiunque altro sia abbastanza stupido da […] attaccare la comunità di Bungie”.

Leave a Comment