Il poliovirus è stato rilevato nelle acque reflue del nord e dell’est di Londra

Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito (UKHSA), in collaborazione con l’Agenzia per la regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA), ha rilevato il poliovirus in campioni di acque reflue prelevati dal London Beckton Sewage Treatment Works.

Nell’ambito della sorveglianza di routine, è normale che ogni anno nel Regno Unito vengano rilevati da 1 a 3 poliovirus “simili a un vaccino”, ma si tratta sempre di risultati una tantum che non sono stati nuovamente rilevati. Questi risultati precedenti si sono verificati quando un individuo vaccinato all’estero con un vaccino antipolio orale vivo (OPV) è tornato o si è recato nel Regno Unito e ha “escluso” brevemente tracce di un vaccino simile al poliovirus nelle feci.

Le indagini sono in corso dopo che diversi virus strettamente correlati sono stati trovati in campioni di acque reflue prelevati tra febbraio e maggio. Il virus ha continuato ad evolversi ed è ora classificato come ‘poliovirus di tipo 2 derivato dal vaccino vakcí (VDPV2), che in rari casi possono causare gravi malattie, come la paralisi, in soggetti non completamente vaccinati.

Rilevamento a VDPV2 suggerisce che è probabile che ci sia una certa prevalenza tra individui strettamente imparentati nel nord e nell’est di Londra e che ora secernono il poliovirus di tipo 2 nelle feci. Il virus è stato rilevato solo in campioni di acque reflue e non sono stati segnalati casi correlati di paralisi, ma l’obiettivo dell’indagine sarà scoprire se c’è qualche trasmissione nella comunità.

L’ultimo caso di poliomielite selvaggia infetta nel Regno Unito è stato confermato nel 1984. Il Regno Unito è stato dichiarato libero dalla polio nel 2003.

Dott.ssa Vanessa Saliba, consulente epidemiologo presso UKHSA disse:

Il poliovirus derivato dal vaccino è raro e il rischio per il pubblico è nel complesso estremamente basso.

Il poliovirus di derivazione vaccinale ha il potenziale per diffondersi, soprattutto nelle comunità in cui l’assunzione di vaccino è inferiore. In rari casi, può causare paralisi nelle persone che non sono completamente vaccinate, quindi se tu o tuo figlio non avete un vaccino antipolio in corso, è importante che contatti il ​​medico per recuperare il ritardo, o se non sei sicuro, controlli il tuo Libro rosso. La maggior parte della popolazione del Regno Unito sarà protetta dalla vaccinazione da bambino, ma in alcune comunità con una bassa copertura vaccinale, gli individui potrebbero rimanere a rischio.

Stiamo indagando con urgenza per comprendere meglio la portata di questa trasmissione e al SSN è stato chiesto di segnalare con urgenza eventuali casi sospetti. UKHSAsebbene nessun caso sia stato segnalato o confermato finora.

Jane Clegg, infermiera capo del NHS a Londra, ha dichiarato:

La maggior parte dei londinesi è completamente protetta dalla poliomielite e non dovrà intraprendere ulteriori azioni, ma il SSN inizierà a contattare i genitori di bambini di età inferiore ai 5 anni a Londra che non dispongono di informazioni aggiornate sulla vaccinazione antipolio per invitarli a protezione.

Nel frattempo, i genitori possono anche controllare lo stato di vaccinazione del loro bambino nel loro Libro rosso e le persone dovrebbero contattare il proprio medico di famiglia per ordinare le vaccinazioni se loro o il loro bambino non sono completamente aggiornati.

Il Regno Unito è considerato un paese libero dalla poliomielite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, con un basso rischio di trasmissione della poliomielite a causa dell’alto livello di copertura vaccinale dell’intera popolazione. Tuttavia, la copertura vaccinale per i bambini è diminuita negli ultimi anni a livello nazionale e soprattutto in alcune parti di Londra UKHSA esorta le persone a verificare se hanno i vaccini attuali.

La sorveglianza delle acque reflue è stata ampliata per valutare l’entità della trasmissione e identificare le aree locali per un’azione mirata. Gli operatori sanitari sono stati avvisati di questi risultati in modo da poter esaminare e segnalare immediatamente chiunque presentasse sintomi che potrebbero essere la poliomielite, come la paralisi.

Leave a Comment