India e Bangladesh: forti piogge, inondazioni e fulmini hanno provocato decine di morti


Nuovo Dilli
CNN

Frane, fulmini e inondazioni improvvise in India e Bangladesh hanno ucciso almeno 84 persone nell’ultima settimana, secondo i funzionari.

Secondo l’Ufficio statale per la gestione dei disastri, che gestisce 1.425 campi di soccorso che ospitano 230.000 sfollati, almeno 41 persone sono morte e sette sono disperse martedì in Assam.

Il nord-est dell’India e il nord del Bangladesh sono stati particolarmente colpiti dalle avverse condizioni meteorologiche, che hanno causato alcune delle peggiori inondazioni nella regione negli ultimi anni, lasciando alcune città isolate.

Secondo il suo primo ministro Nitish Kumar, sabato un fulmine ha ucciso 17 persone nello stato indiano nord-orientale del Bihar.

E nel vicino stato di Meghalaya, che confina anche con il Bangladesh a sud, secondo R. Lyngdoh, alto funzionario dell’Ufficio statale per la gestione dei disastri a Meghalaya, almeno 24 persone sono morte dal 9 giugno e tre sono disperse.

Le inondazioni hanno colpito più di 633.000 persone e l’ufficio statale per la gestione dei disastri atterrerà beni di prima necessità per alcuni distretti che sono tagliati fuori dalla strada, ha aggiunto Lyngdoh.

In Bangladesh le inondazioni hanno allagato strade e autostrade, isolando interi distretti dal resto del Paese.

Enamur Rahman, il ministro di Stato per la gestione dei disastri, ha detto domenica alla Galileus Web che almeno due persone sono morte a causa delle inondazioni. Le notizie suggeriscono che il bilancio delle vittime è molto più alto, con Reuters che ha riportato 25 morti nel fine settimana, citando funzionari locali.

La mancanza di servizi di telecomunicazione ha reso difficile valutare appieno l’entità del danno, specialmente nei distretti duramente colpiti di Sylhet e Sunamganj, ha detto Rahman.

La gente si riunisce lunedì per raccogliere aiuti alimentari in una zona allagata a Companiganj, in Bangladesh.

Circa il 90 per cento di Sunamganj è stato sommerso domenica e quasi completamente isolato dal resto del Bangladesh, ha aggiunto.

L’agenzia di stampa del Bangladesh Sangbad Sangstha (BSS) ha dichiarato sabato che quasi sei milioni di persone sono state sfollate a causa delle inondazioni.

I funzionari hanno affermato che a milioni di persone sono stati forniti cibo e riparo in campi di soccorso temporanei.

“Abbiamo avuto problemi a stabilire la comunicazione con alcuni circuiti, ma ora siamo in contatto con tutti. Il nostro problema principale ora è la mancanza di acqua potabile e cibo, ma li sistemiamo (alcuni) e cerchiamo di trasportarli in elicottero”, ha affermato Muhammad Mosharrof Hossain, alto funzionario della divisione Sylhet del Bangladesh, una delle aree più colpite. .

Circa 300.000 persone si sono nascoste da lunedì, ha aggiunto Hossain.

Gli eventi meteorologici estremi nell’Asia meridionale stanno diventando più frequenti a causa dei cambiamenti climatici, con temperature in alcune parti dell’India e del Pakistan raggiungendo livelli record durante l’ondata di caldo di aprile e maggio. I ricercatori affermano che il cambiamento climatico ha colpito India e Pakistan con un’ondata di caldo record.100 volte più probabile. ”

E rapporto per il 2022 Il Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici ha affermato di avere una moderata fiducia nel fatto che le ondate di calore e lo stress umido sarebbero stati “più intensi e più frequenti” e che “le precipitazioni monsoniche annuali ed estive aumenterebbero”.

Leave a Comment