La Cina prevede di controllare ogni singolo commento sui social media

  • La Cina potrebbe presto controllare ogni singolo commento prima che appaia sui social media.
  • Venerdì, l’Internet Watchdog cinese ha pubblicato una bozza delle regole e ha invitato le piattaforme a seguire i commenti.
  • Gli utenti dei social network temono che le regole possano limitare ulteriormente ciò che possono pubblicare online.

La Cina potrebbe presto rivedere ogni singolo commento prima che appaia sui social media, sollevando i timori di un’ulteriore censura in un paese che ha già uno dei più ambiente mediatico restrittivo.

Venerdì, l’Internet Watchdog cinese ne ha rilasciato uno nuovo insieme di bozze di regole sul proprio sito Web e incarica le piattaforme di contenuti di controllare tutti i commenti online prima di pubblicarli e di segnalare eventuali “informazioni illegali e errate” alle autorità.

Le nuove regole sono progettate per “proteggere la sicurezza nazionale e gli interessi pubblici e proteggere i diritti e gli interessi legittimi dei cittadini”, afferma l’annuncio, aggiungendo che il pubblico potrebbe fornire un feedback sui regolamenti entro il 1 luglio.

Sebbene i regolamenti debbano ancora essere implementati, gli utenti dei social network cinesi hanno già espresso preoccupazione per il fatto che il loro spazio online per la libertà di espressione sarà ulteriormente minato. Lo informa il South China Morning Posti progetti di regolamento in Cina “vengono generalmente approvati senza importanti revisioni”.

Su una piattaforma Weibo simile a Twitter hashtag “I commenti verranno prima esaminati e poi pubblicati” ha ricevuto oltre 35,2 milioni di impressioni.

“Non riesco a immaginare come sarà vedere solo una voce (opinione) in particolare. La gente penserà che c’è solo una voce nella vita reale?” scritto da Weibo.

Piattaforme di contenuti in Cina censurare attivamente i post online che sono critici nei confronti del governo o che sono considerati politicamente o culturalmente sensibili – come i post lamentarsi della carenza di cibo a Shanghai in mezzo al brutale lock-up del Covid.

Tuttavia, i commenti online sono tradizionalmente meno visti Revisione della tecnologia del MIT.

Senza fornire dettagli, il portale ha affermato che ci sono stati “diversi casi spiacevoli negli ultimi tempi in cui i commenti sui resoconti del governo di Weibo sono stati disonesti, hanno indicato bugie del governo o hanno respinto le narrazioni ufficiali”.

All’inizio di questo mese, uno degli influencer più famosi della Cina, Li Jiaqi, è improvvisamente scomparso quando ha promosso il gelato a forma di vasca, proprio il giorno prima dell’anniversario, è stato pesantemente censurato Il massacro di Tienanmen nel 1989. Tuttavia, come Insider precedentemente informatoalcuni suoi fan sono comunque riusciti a scontrarsi allo storico evento nei commenti online su Weibo.

Leave a Comment