La nuotatrice americana Anita Alvarez è stata salvata dall’allenatore Andrea Fuentes ai campionati del mondo

Segnaposto durante il caricamento delle azioni articolo

La due volte nuotatrice olimpica Anita Alvarez è svenuta durante i Campionati mondiali di sport acquatici di mercoledì a Budapest ed è caduta sul fondo della piscina. Il suo allenatore degli Stati Uniti Andrea Fuentes si è tuffato per salvarla, ha sollevato il suo corpo inerte e l’ha portata in fretta in superficie.

Il drammatico salvataggio è stato catturato in una serie di fotografie. Un’immagine mostra Fuentes, completamente vestita, che raggiunge sott’acqua mentre cerca di afferrare un nuotatore privo di sensi. Un altro mostra la coppia intrecciata mentre Fuentes li porta entrambi in aria.

Alvarez ha ricevuto cure mediche urgenti dopo il salvataggio.

Dopo l’incidente, Fuentes ha accusato i bagnini sul posto di non agire abbastanza velocemente di fronte al pericolo.

“E’ stato un grande orrore”, ha detto Fuentes al quotidiano spagnolo Marco. “Ho dovuto saltare perché i bagnini non l’hanno fatto”.

Alvarez ha gareggiato nello stile libero autonomo femminile quando ha smesso di respirare, il che ha causato preoccupazione generale tra i suoi compagni di squadra e gli spettatori sul luogo e sui social network.

In un aggiornamento su Instagram mercoledì, l’account ufficiale dell’arte americana di nuoto ha condiviso una dichiarazione di Fuentes, in cui si affermava che Alvarez era stato accuratamente controllato dai medici e si stava riprendendo. Ha ringraziato le persone per i loro desideri e ha detto che l’atleta “si sente bene ora”.

“Va tutto bene”, ha scritto prima di sottolineare il rischio che i nuotatori, come altri atleti, corrono nell’esercizio.

“Abbiamo visto tutti immagini in cui alcuni atleti non arrivano al traguardo e altri li aiutano ad arrivarci. Il nostro sport non è diverso dagli altri, solo in piscina”, ha detto. “Spingiamo i confini e talvolta li troviamo”.

Alvarez di Tonawanda, NY, ha iniziato il nuoto artistico, che fino al 2017 è più ampiamente conosciuto come nuoto sincronizzato, all’età di 5 anni. Ora è considerata una veterana esperta e alla caviglia Squadra USApartecipare ai Giochi di Rio de Janeiro 2016 e ai Giochi di Tokyo 2020, posticipati al 2021 a causa della pandemia.

Mercoledì, è stata la seconda volta che il 25enne Alvarez è svenuto mentre nuotava. È anche la seconda volta che Fuentes entra nel gioco per salvarla.

L’anno scorso a Barcellona una nuotatrice è svenuta durante le qualificazioni alle Olimpiadi, costringendo il suo allenatore a tuffarsi e tirarla fuori dall’acqua. Non è chiaro cosa abbia causato il collasso di Alvarez, ma lo sport spesso richiede ai nuotatori di trattenere il respiro.

“I nuotatori artistici hanno bisogno di aria pulita quando hanno l’opportunità di respirare”, ha affermato il team. Sito ufficiale.

I nuotatori artistici americani, separati e fuori dalla piscina, stanno ancora cercando di rimanere sincronizzati

Durante la pandemia di coronavirus, gli atleti di tutto il mondo sono stati costretti a trovare metodi di allenamento alternativi, tra cui la squadra di nuoto americana, che è stata costretta ad allenarsi da soli, occasionalmente in piedi a testa in giù nelle loro camere da letto – migliorando i movimenti dei piedi – anche quando le piscine sono paese sono stati chiusi.

Caratteri Egli ha detto Il Washington Post ha affermato che la squadra è passata agli esercizi di gruppo virtuali, a cui a volte si sono uniti altri nuotatori internazionali. Alvarez, ha detto, ha insegnato il ballo di gruppo TikTok.

Non è chiaro se Alvarez prenderà parte all’evento a squadre di venerdì. I medici dovrebbero valutarla giovedì.

Leave a Comment