La polizia cinese afferma che le vittime dell’attacco al ristorante Tangshan si stanno riprendendo dalle ferite riportate

Durante l’aggressione, avvenuta nelle prime ore del 10 giugno, diverse donne sono state ripetutamente prese a calci e pugni da un gruppo di uomini. Dopo che la sorveglianza dell’incidente è trapelata su Internet, ha inviato onde d’urto in tutta la Cina.

Il giorno dopo l’attacco, la polizia di Tangshan ha detto che due donne sono state ricoverate in ospedale con “ferite mortali” ed erano in “condizioni stabili”. Non sono state fornite ulteriori informazioni. Anche le vittime, così come i loro amici e familiari, sono rimasti in silenzio.

Martedì, 11 giorni dopo l’attacco, il dipartimento di pubblica sicurezza della provincia di Hebei, dove si trova Tangshan, ha rilasciato una dichiarazione esauriente in cui afferma che due delle donne di 31 e 29 anni erano state “ricoverate in ospedale nel reparto generale per cure e le loro condizioni sono migliorato. “Le altre due vittime, di 24 e 29 anni, non avevano bisogno di essere ricoverate in ospedale”, ha aggiunto.

Secondo un verbale citato dalla polizia, le donne ricoverate hanno riportato “lievi ferite di secondo grado”, mentre le altre due hanno “lievi ferite”.

Assenza iniziale di informazioni portato a ripetute accuse il video di sorveglianza trapelato ha catturato solo una parte dell’attacco e la violenza è continuata fuori dalla telecamera in un vicolo vicino – la CNN afferma di non poter verificare in modo indipendente.

In un apparente tentativo di smentire tali voci, Hebei ha dichiarato in una dichiarazione che i sospetti sono fuggiti dalla scena alle 2:47, sette minuti dopo l’inizio dell’attacco; e alle 2:55 quattro vittime sono state inviate in ambulanza all’ospedale. La polizia locale è arrivata al ristorante alle 3:09, secondo una dichiarazione circa mezz’ora dopo aver ricevuto una chiamata pubblica all’inizio dell’attacco.

Ma la dichiarazione ha incontrato sfiducia online, con molte autorità che hanno criticato il modo in cui hanno affrontato il caso. E hashtag correlato Weibo è stato visto 450 milioni di volte nel giro di poche ore.

“Quindi non ci sono foto o video. I giornalisti non possono intervistare (vittime) e solo tu puoi pubblicare le informazioni da solo”, ha affermato un utente sulla piattaforma cinese simile a Weibo, simile a Twitter, riferendosi alla mancanza di accesso per giornalisti.

“Una città senza credibilità – osiamo credere al rapporto sull’infortunio? E quanto è affidabile questa dichiarazione della polizia?” aggiunto da.

Dopo l’attacco, le autorità cinesi hanno cercato di reprimere le discussioni sulla violenza di genere e di spostare l’attenzione sulla violenza delle bande locali.

I resoconti dei media statali si sono in gran parte concentrati su una rapida azione della polizia per arrestare i sospetti e su una campagna di “tempesta” di due settimane annunciata dalle autorità di Tangshan per reprimere la criminalità organizzata. Foto e video di agenti di polizia – alcuni armati di armi – che fanno la guardia ai clienti nei ristoranti all’aperto con barbecue, simili a quello in cui è avvenuto l’incidente, hanno invaso i social network.

'Può succedere a chiunque di noi': video grafico di uomini che calpestano la testa di una donna scuotendo la Cina fino all'osso

La polizia ha dichiarato in una dichiarazione martedì che quattro dei sospetti si erano recati a Tangshan, nella provincia orientale del Jiangsu, tre giorni prima dell’attacco per cospirare con altri cinque e “effettuare giochi d’azzardo online illegali e riciclaggio di denaro”. Molti di loro avevano precedenti penali per crimini che andavano dalla detenzione illegale al danneggiamento intenzionale di altri, aggiunge la dichiarazione.

La polizia ha anche avviato un’indagine interna per verificare se la stazione di polizia locale avesse risposto in modo tempestivo e se avesse violato leggi e regolamenti nell’applicazione della legge. Il vice capo della locale stazione di polizia è stato sospeso, si legge nella nota.

Leave a Comment