Le ondate di caldo in Cina stanno portando la domanda di energia a livelli record, con le inondazioni del sud che inondano le città

SHANGHAI/PECHINO (Reuters) – Le ondate di caldo nella Cina settentrionale e centrale hanno portato la domanda di elettricità a livelli record, poiché milioni di persone hanno acceso l’aria condizionata per sfuggire alle condizioni di vapore mentre le inondazioni nel sud hanno affondato villaggi e imprigionato abitanti delle città.

Mercoledì l’amministrazione meteorologica cinese ha emesso allarmi arancioni di temperature elevate nelle regioni delle province di Shandong, Henan e Hebei.

Diverse città dello Shandong, la seconda provincia più popolosa della Cina, hanno emesso un avviso di “allerta rossa” per le alte temperature, aumentando la domanda di aria condizionata tra oltre 100 milioni di persone nella regione.

Registrati ora e ottieni GRATUITAMENTE l’accesso illimitato su Reuters.com

Secondo la stazione meteorologica statale, questa settimana le temperature nelle regioni dovrebbero superare i 40 gradi Celsius (104 gradi Fahrenheit).

Il carico di rete massimo nello Shandong ha raggiunto 92,94 milioni di kilowatt martedì, superando il picco del 2020 di 90,22 milioni di kilowatt, un nuovo record, ha detto mercoledì la televisione di stato.

Il carico nell’adiacente provincia dell’Henan ha raggiunto il picco di 71,08 milioni di kilowatt lunedì, battendo il record del giorno precedente di 65,34 milioni di kilowatt, secondo i media statali. Leggi di più

Il primo ministro Li Kichiang, che ha visitato una compagnia termoelettrica nella provincia settentrionale di Hebei, ha affermato che la Cina aveva bisogno di aumentare la capacità di produzione di carbone per “prevenire definitivamente interruzioni di corrente”, secondo un resoconto dei media statali pubblicato in ritardo.

Parti dell’Hebei, dell’Henan e dello Shandong hanno dovuto affrontare condizioni simili alla siccità per tutto il mese di giugno, poiché le temperature elevate hanno raggiunto all’inizio di quest’estate rispetto agli anni precedenti.

FORNITO DA FLOOD

Mentre le ondate di caldo hanno afflitto la Cina settentrionale e centrale, forti piogge sono cadute in sette province del sud, incluso il Guangdong, il paese più popoloso. Leggi di più

Mercoledì 113 fiumi in Cina si sono allagati al di sopra del livello di allarme, con sette al di sopra del livello storico, ha affermato la televisione di stato, ha affermato il Ministero delle risorse idriche.

Nel Guangdong, il dipartimento provinciale di gestione della crisi ha affermato che le forti piogge hanno colpito 479.600 persone, 27,13 ettari di colture e fatto crollare 1.729 case, provocando una perdita economica di 1.756 miliardi di yuan ($ 261 milioni), ha affermato l’agenzia di stampa statale Xinhua.

I residenti di Yingde, una città del Guangdong dove l’allarme inondazione è stato sollevato al primo grado, hanno affermato sui social media che l’acqua e l’elettricità erano state tagliate a causa dell’allagamento dell’area.

La Cina ha un sistema di allarme a quattro livelli, dove il livello I segnala le inondazioni più gravi.

“L’acqua è arrivata molto rapidamente e credo che molte persone non preparassero il cibo nelle loro case”, ha detto l’utente sul microblog cinese Weibo.

I negozi hanno esaurito gli alimenti di base come olio e riso mentre i residenti si precipitavano alle scorte, ha detto a Reuters la gente del posto.

Le autorità di Yingde hanno trasferito alcuni residenti a sud della città e hanno consigliato ad altri di non lasciare le loro case.

Nella provincia di Jiangxi, gli abitanti dei villaggi imprigionati sono stati salvati dopo che le inondazioni hanno spazzato via strade e ponti, ha riferito la televisione di stato.

(1 $ = 6,7153 yuan cinese renminbi)

Registrati ora e ottieni GRATUITAMENTE l’accesso illimitato su Reuters.com

Rapporti di Albee Zhang, Elly Cao e Ryan Woo a Pechino, Wang Jing a Shanghai e Josh Horwitz; Altre notizie da Liz Lee a Kuala Lumpur; A cura di Michael Perry

I nostri standard: Politica di fiducia di Thomson Reuters.

Leave a Comment