L’UE conferma il lancio del sistema ETIAS nell’aprile 2023

(CNN) – Finalmente è arrivato: la fine del viaggio gratuito verso l’Unione Europea.

L’UE ha annunciato il lancio del suo tanto atteso sistema di esenzione dal visto ETIAS, che sarà lanciato a maggio 2023.

Sebbene l’ETIAS non sia la stessa cosa di un visto – è più veloce, online e non richiede alcuna informazione biometrica – c’è ancora un processo e il costo per ottenerlo, simile al sistema ESTA degli Stati Uniti.

Il debutto di ETIAS, abbreviazione di European Travel Information and Permit System, era previsto per la fine del 2022.

I passeggeri dell’UE sono esclusi e hanno la libertà di spostarsi all’interno del blocco, consentendo loro di trascorrere tutto il tempo che desiderano in molti paesi. Anche i cittadini dell’UE saranno liberati.

Ma per tutti gli altri che entrano nel blocco da un paese che in precedenza non richiedeva un visto, l’ETIAS sarà obbligatorio. La mossa colpisce circa 60 paesi, tra cui Stati Uniti e Regno Unito, che hanno perso la libertà di movimento dopo la Brexit. Per coloro che in precedenza avevano bisogno di un visto per entrare, non cambia nulla.

Il processo di candidatura avverrà attraverso un “sistema informatico in gran parte automatizzato”, con l’approvazione concessa “in pochi minuti” per circa il 95% dei richiedenti, secondo una nuova comunicazione emessa dall’UE. Il tempo massimo richiesto per l’approvazione può arrivare fino a un mese in “casi molto eccezionali”. Chiunque la cui domanda venga respinta avrà diritto di ricorso.

L’autorizzazione ETIAS è valida per un numero illimitato di ingressi per un periodo di tre anni. Tuttavia, i titolari devono rispettare le regole sull’immigrazione e le regole che superano la durata del soggiorno consentita. Allo stato attuale, i cittadini di paesi terzi non possono rimanere nell’intero blocco per più di 90 giorni ogni 180 giorni.

Prezzo: 7 EUR (7,35 USD) per persone dai 18 ai 70 anni. Non è ancora chiaro se altri avranno una tariffa ridotta o potranno fare domanda gratuitamente. In confronto, gli Stati Uniti addebitano $ 21 per l’autorizzazione ESTA.

La data di inizio delle domande non è stata ancora annunciata.

Miglior credito immagine: Artem Kamyshenkov / Adobe Stock

Leave a Comment