Perché Fire Emblem Warriors: Three Hopes trasforma un eroe di tre case in un cattivo

Oggi esce Fire Emblem Warriors: Three Hopes, uno spin-off di Three Houses in stile imperdibile. Ma mentre gran parte del gioco sembrerà molto familiare ai veterani di Fire Emblem, una cosa è molto diversa; il precedente eroe delle Tre Case, Byleth, è ora un cattivo. Allora perché lo sviluppatore di Omega Force ha trasformato un amato eroe con i capelli di giada in un cattivo? Bene, tutto dipende dall’ulteriore esplorazione dell’incantesimo del personaggio.

In un’intervista con IGN, Hayato Iwata, regista di Le tre speranze, ha dichiarato: “Abbiamo incaricato lo sceneggiatore di Le tre case di occuparsi della scrittura di questo titolo. Quindi, quando ho parlato con questo scrittore, ho discusso il seguente punto: “Sebbene Byleth rappresenti i giocatori, sono anche uno dei personaggi più attraenti. Quindi rendere Byletha un’antagonista è un passaggio necessario per potenziare ulteriormente il fascino del personaggio”.

Il produttore Yosuke Hayashi ha offerto un altro punto di vista, spiegando che se Byleth fosse un NPC piuttosto che un personaggio giocabile, potrebbero avere i loro conflitti interessanti.

“Sentivamo che il tema principale delle Tre Case fosse “i conflitti che sorgono dalle convinzioni contrastanti dei personaggi”, ma l’unico tra i personaggi che non aveva un tale conflitto era Byleth”, ha detto. “È del tutto naturale, perché Byleth è il personaggio principale ed è il personaggio per il quale il percorso scelto viene sempre mostrato come corretto.

“In Three Hopes, abbiamo deciso di interpretare Byleth come un antagonista perché volevamo approfondire questo argomento. Allo stesso tempo, abbiamo pensato di poter far vivere al giocatore i “conflitti che sorgono dalle convinzioni contrastanti dei personaggi” sia in Three Houses che in Three Hopes”.

Le tre speranze di Fire Emblem Warriors rivelano le immagini del trailer

Potrebbe essere facile pensare che lo sviluppatore di Omega Force stesse cercando di tirare fuori il tappeto da sotto i giocatori con questa transizione. Ma il designer dei personaggi e supervisore dello sviluppatore di sistemi intelligenti di Three Houses, Toshiyuki Kusakihara, ha notato che era importante per il team di sviluppo avere una nuova esperienza di Three Hopes che non seguisse esattamente la stessa storia che i giocatori hanno visto in Three Houses.

“Dato che Fire Emblem: Three Houses è rinato come gioco d’azione e come parte di un genere diverso, se usassimo la stessa storia, non sarebbe abbastanza eccitante perché è qualcosa che molti giocatori di Three Houses hanno già sperimentato”, Kusakihara detto. . “Non è che stiamo cercando di superare le aspettative dei giocatori. Stiamo solo cercando costantemente di pensare e creare ciò che crediamo possa superare le aspettative dei giocatori e fornire grandi soddisfazioni”.

Per ulteriori informazioni, consulta la nostra recensione di Fire Emblem Warriors: Three Hopes o torna indietro nel tempo per leggere la nostra recensione della recensione originale di Fire Emblem: Three Houses.

Matt Purslow è l’editore britannico delle notizie e dei servizi di IGN.

Leave a Comment