Quello che devi sapere sulla malattia

La poliomielite può essere eradicata e ci sono vaccini efficaci contro di essa. (rappresentante)

Birmingham, Regno Unito:

Proprio mentre pensavamo che il vaiolo delle scimmie sarebbe stato il nuovo spaventapasseri del virus per il 2022, l’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito (UKHSA) ha dichiarato un incidente nazionale rilevamento ripetuto di poliovirus nelle acque reflue nel nord e nell’est di Londra. I ripetuti dati positivi sulla poliomielite suggeriscono che nell’area si stanno verificando infezioni e una probabile trasmissione. Questo è inaspettato perché il Regno Unito è stato dichiarato libero dalla poliomielite dal 2003. Ecco cosa devi sapere.

Poliomielite (polio) è una malattia devastante che storicamente ha causato paralisi e morte in tutto il mondo. È causato dai poliovirus, piccoli virus a RNA che possono danneggiare le cellule del sistema nervoso.

Non si verifica negli animali, quindi può essere sradicato proprio come il vaiolo. E grazie efficaci campagne di vaccinazioneci siamo avvicinati a questo obiettivo ogni anno.

Ci sono tre tipi il poliovirus e l’infezione o l’immunizzazione con un tipo non proteggono contro un altro. Il poliovirus di tipo 1 ha continuato a causare focolai, ma la trasmissione dei tipi 2 e 3 è stata interrotta con successo dalla vaccinazione.

Il poliovirus viene trasmesso attraverso le goccioline respiratorie, ma può anche essere infettato dal cibo o dall’acqua che è stato a contatto con le feci di qualcuno con il virus.

A temperature normali, può sopravvivere per molti giorni. Gli ultimi focolai rimasti sono stati collegati a zone di scarsa igiene difficili da raggiungere con i vaccini. L’Afghanistan e il Pakistan sono gli unici due paesi in cui la poliomielite è ancora endemica e presa di mira programmi di eradicazione fermare la diffusione del virus in altri paesi.

Il ruolo cruciale dei vaccini

I vaccini erano essenziali per la rimozione della poliomielite. Nel 2021 c’erano meno di 700 casi segnalati Intorno al mondo.

Nel Regno Unito viene utilizzato un vaccino contro la poliomielite. Contiene virus inattivato (IPV) ed è sicuro ed efficace nel proteggere una persona immunizzata dalla paralisi, ma è meno efficace nell’indurre l’immunità intestinale locale, quindi le persone vaccinate possono ancora infettarsi e diffondere il virus infettivo, anche se potrebbero non mostrare sintomi su il loro.

L’IPV offre un’eccellente protezione per gli individui, ma non è sufficiente per controllare l’epidemia in condizioni igieniche scadenti. Un vaccino orale contro la poliomielite (OPV) che contiene un virus vivo ma attenuato è l’ideale per questo scopo. OPV viene somministrato in gocce e non richiede personale addestrato o attrezzature sterili, quindi può raggiungere più comunità.

Questo vaccino può indurre una forte immunità intestinale e può prevenire la diffusione dei poliovirus selvatici. Poiché contiene un virus vivo, può diffondersi ai contatti stretti della persona immunizzata e proteggerli. È anche più economico di IPV.

Lo svantaggio dell’utilizzo di OPV è che il virus attenuato può mutare e, in rari casi, tornare a varianti che causano la paralisi.

L’OPV viene rimosso dal nostro sistema immunitario entro pochi giorni, ma questo potrebbe non essere il caso delle persone con un sistema immunitario indebolito che possono trasmettere il virus più a lungo, aumentando le possibilità di mutazioni. Nei paesi scarsamente immunizzati, questo può portare alla circolazione del vaccino derivato dal poliovirus (VDPV). Il virus rilevato nelle acque reflue di Londra proveniva infatti da un vaccino derivato dalla varietà VDPV di tipo 2. Non esiste ancora un poliovirus selvaggio nel Regno Unito.

La poliomielite ottenuta dal vaccino può causare infezione asintomatica nelle persone vaccinate con IPV ed è escreta nelle feci perché non esiste una protezione locale dell’intestino nell’IPV. Può quindi essere rilevato nelle acque reflue.

I metodi di rilevamento sono sensibili, ma una singola indicazione positiva non fa scattare un allarme. Tipo 1 VDPV era ritrovato di recente nelle acque reflue di Calcutta. Si pensa che provenga da un caso importato da una persona vaccinata con un sistema immunitario indebolito che non è stata in grado di rimuovere il ceppo vaccinale dal suo corpo.

Ci sono nessun messaggio paralisi correlata alla poliomielite nel Regno Unito.

Per prevenire le malattie, dobbiamo garantire che i membri della famiglia abbiano vaccinazioni aggiornate, in particolare i bambini che potrebbero aver saltato le vaccinazioni a causa della pandemia di COVID. IPV è sicuro, gratuito ed efficace nella prevenzione della poliomielite. A differenza dei vaccini contro il vaiolo, che sono scarsi e disponibili per i gruppi ad alto rischio, l’IPV è prontamente disponibile a chiunque nel Regno Unito attraverso il proprio medico di famiglia.Conversazione

(Autore: Zania Stamatakiprofessore associato in immunologia virale, Università di Birmingham)

(Dichiarazione di divulgazione: Dott. Zania Stamataki riceve finanziamenti dalla Medical Research Foundation, Innovate UK e BCHRF e condivide uno studente di dottorato con AstraZeneca su una borsa di studio iCASE MRC UKRI.)

Questo articolo è stato ripubblicato da Conversazione con licenza Creative Commons. Leggi Articolo originale.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è pubblicata da una fonte sindacata.)

Leave a Comment